con
Claudia Bosco, Carla Rizzu

coreografia
Carla Rizzu

musiche originali per onde Martenot
Nadia Ratsimandresy

luci
Filippo Trambusti, Eugenio Sideri

ideazione, drammaturgia e regia
Eugenio Sideri, Carla Rizzu

produzione
Festival Oriente Occidente/Rovereto – Lady Godiva Teatro – Nervitesi

con il sostegno di
Comune di Ravenna – Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna

 

Occhi lucidi di due ragazze, forse estranee, guardano dalla finestra della loro camera. C’è una pensilina di autobus. Vuota.
Eppure il loro cuore  è pieno, strapieno, colmo di pensieri, di stati d’animo, di emozioni. Ma lo specchio e la bilancia sono più pesanti di quel cuore pieno. E il vuoto della pensilina, l’attesa di un autobus che forse mai passerà, si fa rumore sordo dentro la pancia. Si fa mostro che grida al guardarsi. Si fa pensiero assillante, quotidiano, rigoroso quasi da diventare matematico. Una precisa ricetta per riuscire ad accettarsi, per sopravvivere alla vita senza accorgersi di avanzare verso la fine.

EAT 26 è un acronimo. Sta per Eaiting Attitude Test; è composto da 26 domande.
E’ usato negli Stati Uniti come possibile test preventivo verso l’anoressia e la bulimia nervosa.